Un anno, un bollettino: 2014

Home/Un anno, un bollettino: 2014
Un anno, un bollettino: 20142019-04-13T11:37:53+02:00

Nell’editoriale del bollettino 2014 il rettore fa eco alle parole di papa Francesco durante l’incontro delle scuole italiane del 10 maggio in piazza San Pietro: “Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni”. C’erano anche molti ragazzi, docenti e genitori del Barbarigo, entusiasti dell’esperienza d’incontro con il Santo Padre pur nella fatica della trasferta in un’unica giornata. E così il nuovo anno scolastico viene impostato con questa attenzione educativa, nella valorizzazione dei mezzi che passo dopo passo rendono il Barbarigo “scuola smart”, attenta alla formazione e alla cura personalizzata di ogni studente anche tramite gli strumenti digitali.

L’attività internazionale presenta i consueti scambi con le scuole di Olanda e Norvegia, la conferma di quello con l’Ungheria nato l’anno precedente, la riuscita vacanza-studio a Londra.  Durante la permanenza in Norvegia, graditissima la visita dell’ambasciatore italiano a Oslo, Giorgio Novello, ex allievo del liceo classico.

Di altri ex allievi che si fanno strada nella vita si parla in questo numero, come Giorgia Caovilla imprenditrice della moda e Luisa Bonafè, che ottiene la cattedra di medicina molecolare a Losanna. Ma è tutta l’attività dell’associazione ex allievi che lievita di iniziative e proposte, tra le quali la visita ufficiale al presidente del Consiglio regionale del Veneto, Clodovaldo Ruffato, pure lui ex alunno del nostro Istituto.

Prosegue a gonfie vele l’attività della compagnia teatrale “Ombre di verità”, tra opere nuove e repliche, progetti e ipotesi di lavoro per il futuro.  Come pure si consolida l’associazione musicale “Amici di don Floriano” e quella dei genitori (AGIB), che propone un ciclo d’incontri sulla paternità oltre a visite culturali in città e nel territorio.