Un anno, un bollettino: 2012

Home/Un anno, un bollettino: 2012
Un anno, un bollettino: 20122019-04-13T11:24:44+02:00

Una delle notizie più belle dell’anno è per il Barbarigo l’ordinazione sacerdotale di don Vito Antonio Di Rienzo, alunno del liceo scientifico e poi dottore in ingegneria. La chiamata del Signore l’ha portato al presbiterato, esercitato all’inizio in parrocchia a Piovene e dal 2017 in servizio all’ACR diocesana.

Sabato 5 maggio, durante il Festival della Cittadinanza, si svolge anche la festa conclusiva del progetto “Persona, Cittadinanza, Sicurezza: un cantiere sempre aperto”, realizzato da Sicur.Fidae, rete di 11 scuole cattoliche in gran parte padovane con il Barbarigo capofila, che ha coinvolto 2672 studenti e 199 insegnanti. Alla festa, svolta nel sagrato del Duomo, partecipa anche il vescovo mons. Antonio Mattiazzo.

Tra le varie iniziative di mobilità, si ricordano gli scambi in Norvegia, Olanda e Austria; la visita aziendale dell’ITC alla Ferrari e cultural-musicale del liceo musicale a Parma. Una mobilità tutta particolare quella di don Luigi Turato, insegnante di religione, che parte missionario per il Brasile.

Oltre alla novità della geografia in inglese alle medie e ai licei, il 2012 vede la nascita dell’associazione culturale e musicale “Amici di don Floriano”, con l’intento di coordinare meglio e promuovere l’insegnamento della musica, organizzando anche diversi corsi per vari strumenti. L’associazione, promossa dai docenti del liceo musicale con altri colleghi, sceglie questo nome per riconoscere l’opera culturale e formativa di don Floriano, in tanti anni di attività al Barbarigo.

Due lutti tra i sacerdoti già impegnati nel servizio educativo al Barbarigo: don Ilario Sabbadin, da poco novantenne, e don Ettore Favarin, già preside delle Medie e dal 2004 ospite all’Opsa in seguito a una devastante emorragia cerebrale.