Quaresima 2016

Quaresima, tempo di…

La Quaresima, da sempre il periodo nel quale i catecumeni (coloro che chiedono di diventare cristiani) si preparano con maggiore intensità a ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana (Battesimo, Cresima ed Eucaristia), è il tempo delle decisioni: non c’è periodo più favorevole di questo per fermarsi, revisionare l’andamento della propria vita e decidersi sulla direzione da intraprendere, sulle scelte importanti su cui ci giochiamo la felicità, sul tagliare con gli errori del passato e ripartire, sapendo di avere sempre al nostro fianco Gesù come alleato, contro ogni tentazione. La Quaresima è anche proprio il tempo per riscoprire il valore dell’alleanza tra Dio e noi e di rinsaldare le alleanze buone tra noi e gli altri: ritrovare il gusto della parola data e mantenuta e anche lo spazio per domandare perdono laddove abbiamo infranto alleanze. Questi quaranta giorni che ci introducono alla Pasqua ci richiamano alla conversione, che è un atto libero dell’uomo, impegnativo perché implica il coraggio: il coraggio di compiere un passaggio, di liberarci dell’uomo vecchio per lasciarci rivestire del Nuovo. Da soli non ce la possiamo fare, abbiamo bisogno di lasciarci guarire dalla misericordia, la medicina del cuore, posta al centro di quest’anno giubilare di cui la Quaresima potremmo dire è il centro: riscoprire in questi giorni le parabole della Misericordia donateci da Gesù e custodite come perle preziose nel cap XV del Vangelo di Luca, domandarci a che punto siamo nel nostro pellegrinaggio di vita, di fede, di studio, di relazioni… dove mi trovo e cosa mi sorregge nel cammino: può esser l’occasione “giubilare” per vivere quello che è per eccellenza il sacramento della misericordia, la confessione e gustare la gioia del perdono ricevuto e del perdono donato. Così davvero sarà il tempo della speranza in cui Dio aggiusta anche ciò che ci sembrava irrimediabilmente danneggiato, recupera ciò che avevamo perduto, apre strade nuove proprio là dove sembrava non esserci altro che deserto.

Sarà allora facile compiere il passaggio, vivere con Cristo la Pasqua, non più come appuntamento di calendario ma come occasione quotidiana di rinascita, alba nuova che ci parla di vita e di pace, quella pace che solo il Risorto ci dona totalmente, non secondo i criteri del mondo ma nella logica del Vangelo.

Per aiutarci a concretizzare tutto questo abbiamo chiesto l’aiuto ad un grande amico del giovani, grande perché ha saputo mostrare loro un cuore tenero e uno spirito forte, ponendosi come guida in tante occasioni ma specialmente attraverso la GMG, la Giornata mondiale della Gioventù: mi riferisco a Papa Giovanni Paolo II; Karol il Grande è stato chiamato per la sua fede incrollabile, per il suo amore verso ogni uomo, per il suo cuore sempre aperto soprattutto verso le necessità dei più poveri della terra. È stato il Papa dei Giovani, il Papa della Misericordia (sua l’intuizione di dedicare la I domenica dopo Pasqua alla Divina Misericordia), il Papa del Giubileo, il Papa di tutti. Impareremo a conoscerlo e a volergli bene per sentirlo vicino, amico.

Non ci dimenticheremo di unire alla preghiera più intensa (ricordiamoci la Messa del Giovedì), soprattutto nella Settimana Santa, quando ci saranno le confessioni e il momento di preparazione al Triduo Pasquale, la carità che si fa attenzione a chi è nel bisogno: come annunciato ancora all’inizio dell’anno, in queste settimane di Quaresima ci impegniamo a raccogliere fondi, attraverso anche i nostri sacrifici, per sostenere il progetto di costruzione di due scuole affidato al vescovo emerito di Padova Antonio, missionario a Robe in Etiopia. Vuole essere questo anche un segno di gratitudine verso di lui che nei 26 anni di episcopato a Padova ha voluto tanto bene al Barbarigo e continua a pregare per noi nella sua nuova missione.

Buon cammino di Quaresima: è questo il tempo favorevole!

Don Lorenzo Celi

 

-----------------------

CAMMINO DI QUARESIMA…

Come: Ogni settimana la proposta di un impegno. La Messa del Giovedì.

Testimone: Giovanni Paolo II

Progetto di carità: Raccolta fondi per sostenere la costruzione di due scuole a Robe in Etiopia. (Affidato agli insegnanti di religione).

Appuntamenti:

- incontro di presentazione del cammino di Quaresima (nella prima ora di religione del Tempo di Quaresima).

- Confessioni: lunedì 21, martedì 22 e mercoledì 23 marzo.

- Momento in preparazione al Triduo Pasquale: mercoledì 23

- PER I PROFESSORI: giornata a Villa Madonnina di Fiesso d’Artico il 13 marzo.

- PER I GENITORI: meditazione dell’animatore spirituale sul Giubileo della Misericordia (la data sarà comunicata dai responsabili AGESC sul sito)

 


Newsletter